Calamari al pomodoro con crema di fagioli cannellini Pomilia e rosmarino

ricette

Calamari al pomodoro con crema di fagioli cannellini Pomilia e rosmarino

Il mio piatto per la vigilia di Natale

Come tradizione vuole, i giorni che precedono la vigilia di Natale sono fatti per discutere e confrontarsi sul menu del cenone. In realtà la mia famiglia inizia a parlarne già subito dopo ferragosto, ma siamo un caso particolare.

Da quando ho iniziato a dilettarmi ai fornelli, mia madre e mia nonna mi hanno lasciato spazio per cucinare. A me tocca un solo piatto, così ho deciso di stupirle con una ricetta di mare (immancabile in un vero cenone). Cucinerò dei morbidi calamaretti al pomodoro con crema di fagioli cannellini, aggiungendo il profumo balsamico del rosmarino.

Tutti gli elementi contribuiscono a creare un gioco di sapori e consistenze. Abbiamo il croccante, il vellutato, il calloso, i profumi freschi, i sapori di terra, l’acidità e la dolcezza.

Il calamaro: un mollusco tenero e gustoso

La cucina italiana è piena di ricette a base di calamari che variano da regione a regione. Questo mollusco è così versatile da poter essere preparato in molti modi (fritto, in umido, imbottito, grigliato) senza deludere i palati più esigenti.

A casa mia una frittura di calamari non manca mai, così come una buona insalata di mare non è completa senza gli anelletti. Le loro carni sono delicate e gustose, con un intenso profumo di mare che va preservato senza stressarle con preparazioni esagerate.
La cottura di un calamaro deve essere o molto breve a fuoco alto, o un po’ più lunga a fuoco lento, tutte le vie di mezzo rischiano di restituirvi un ingrediente gommoso e immangiabile.

Fate attenzione: per riconoscere un calamaro fresco, osservate il colore della pelle, deve essere vivo e intenso con tutte le sue sfumature. La carne deve essere bianchissima.

La naturale dolcezza dei fagioli cannellini Pomilia

Per la base del mio piatto ho scelto una vellutata di fagioli cannellini. Perché preferire questo prodotto Pomilia?

Cercavo una soluzione semplice che potesse accompagnare i ciuffetti di calamaro senza coprire il loro profumo di mare. Per questo ho scelto i cannellini, perché hanno un gusto naturalmente dolce e sono perfetti per zuppe e vellutate.

Basterà condirli leggermente con sedano, carote, cipolla e rosmarino per ottenere un risultato sorprendente. Questa vellutata è molto saporita e buona anche da sola.

È arrivato il momento di mettersi ai fornelli, armatevi di coltello, mixer e passino. Nessuno vuole deludere i propri invitati nel giorno della vigilia di Natale!

Ingredienti per 4 persone

400 gr di fagioli cannellini Pomilia
400 gr di pomodorini mediterranei Pomilia
400 gr di ciuffetti di calamari
1 cipolla e mezzo
1 gambo di sedano
2 carote
2 rametti di rosmarino
500 ml di brodo vegetale
2 spicchi d’aglio
q. b. di sale
q. b. di olio extravergine d’oliva Pomilia

Procedimento

Per la vellutata di fagioli cannellini, inizio preparando un soffritto classico con sedano, carota e cipolla e un filo d’olio extravergine d’oliva. A metà cottura aggiungo i rametti di rosmarino e faccio rosolare per 5 minuti. Unisco i fagioli nella padella con il soffritto e il brodo vegetale lasciando cuocere a fuoco lento per 20 minuti.

Nel frattempo in un’altra padella faccio dorare due spicchi d’aglio e faccio scottare leggermente i ciuffetti di calamaro per farli arricciare. Verso i pomodori e faccio cuocere ancora i calamari per pochissimo tempo così da farli rimanere morbidi. Aggiusto di sale e spengo il fuoco.

Ora completo la vellutata, rimuovo i rametti di rosmarino e frullo il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Per l’impiattamento passo la vellutata con un colino, per evitare che si creino grumi e posiziono i ciuffetti di calamaro al centro del piatto. Termino con un po’ di rosmarino e qualche pomodorino.
La mia ricetta per la vigilia di Natale è pronta. Buon appetito e buone feste da me e da tutta la mia famiglia!

Fagioli cannellini in scatola

16,00
24 barattoli